SO.HA - GiovaniCittadiniAttivi Pescara

facebook twitter

Politiche giovanili, la Giunta partecipa al bando regionale reti di aggregazione Gli assessori Diodati e Teodoro: “Puntiamo a creare un luogo che dia voce e iniziativa ai nostri ragazzi”

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

logo-comune-di-pescara

Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato Stampa dell'Amministrazione Comunale di Pescara.

Sì della Giunta alla partecipazione dell’Amministrazione ad un bando regionale per la realizzazione di un progetto su luoghi di aggregazione giovanile. L’iniziativa, promossa dagli assessorati al Sociale e alle Politiche Giovanili, sarà completata con la presentazione alla Regione del progetto entro il 17 luglio prossimo.

“L’obiettivo sposato dal bando sulle Reti di aggregazione giovanile della Regione ci interessa moltissimo – illustra l’assessore al Sociale Giuliano Diodati – risponderemo al bando regionale per questo e anche per come è strutturato, infatti il lato economico è sostenibile per l’Ente. Il bando prevede un finanziamento di 50.000 euro, di cui il 20 per cento è cofinanziato. Con gli uffici abbiamo intercettato un progetto che risponde a tutti i requisiti e abbiamo scelto di concorrere con il soggetto proponente, ovvero le associazioni Soha Giovani Cittadini Attivi e 360° di Pescara che si occupa proprio di tematiche affini. Il progetto si chiama “Lo Spaz” e comprende aspetti sia sociali che culturali che lo rendono adeguatissimo alla call regionale. Con gli ideatori costituiremo l’ATS per poter divenire soggetti attuatori e inviare il tutto entro il 17 come richiede la Regione. Tempo 30 giorni sapremo se l’idea potrà decollare come auspichiamo, perché si tratta di un servizio per la comunità, che risponde ad una precisa e legittima domanda di spazi che ci arriva da una fascia generazionale che ne ha bisogno e alla quale senza un sostegno economico il Comune non può rispondere come dovrebbe”.

“Il progetto è rivolto ad un’ampia fetta della comunità cittadina – illustra l’assessore alle Politiche Giovanili Veronica Teodoro – circa il 15,5 per cento della popolazione che ha un’età compresa fra i 15 e i 29 anni. Da recenti sondaggi fatti da associazioni e anche dal incontri diretti tenuti con soggetti che rappresentano questa parte di comunità è emersa la pressante richiesta di spazi aggregativi, la mancanza dei quali penalizza anche la creatività di vario genere che arriva dai giovani. Dunque l’obiettivo prioritario di questo progetto è dare voce e iniziativa ai giovani, favorendo processi do socializzazione, condividendo con gli stessi un percorso che sia anche di partecipazione. Il centro di aggregazione Lo Spaz punta a realizzare tutto ciò, a divenire un luogo dove promuovere iniziative, creatività, favorire processi di socializzazione. Un laboratorio, insomma, sia per attività socio ricreative che per attività culturali, di informazione e orientamento e partecipative. Ci auguriamo che queste linee convincano anche la Regione e diventino presto operative”.